Cosa è l’ansia?

Oggi tutti con l’ansia, tutti ce l’abbiamo, se non sempre almeno di tanto in tanto, almeno prima di un esame o nei momenti in cui siamo più emozionati – ma perché ?

La cosa più difficile al mondo  è controllare per davvero le nostre emozioni e – dicono alcuni – neanche dobbiamo provare perché le emozioni non devono essere controllate ma proprio vissute. Sarà veramente così? Abbiamo già troppe domande per un inizio di articolo.

1.    Le emozioni positive

Dargli un nome sarebbe in più. Le emozioni sono positive fino a quando non ti fanno del male. Sono le emozioni di ogni giorno, di rivedere un amico/amica, le emozioni di un bel viaggio, quelli di trovare il fidanzato/a, di ricevere una buona notizia, realizzare un sogno personale ecc.

Bunte Gefhle

2.    Le emozioni meno positive

Non le voglio chiamare negative, perché ho fiducia che in ogni male ci sia un bene – però sono quelle emozioni che ci scappano di mano, che si osservano e che  ci fanno dire  cose inadeguate che poi creano sensi di colpa.

Sull’aspetto della colpa il discorso è lungo e ci vorrebbe già un altro articolo.

E ti chiedi come diminuire, però, le emozioni meno positive? La risposta  è aumentando la fiducia in te stesso. Sembra difficile, ma è necessario, perché soltanto superando te stesso e le paure che ti consumano nel tuo sé capirai che ogni tua paura parte da un certo livello personale al quale ti trovi. Andando avanti, facendo cose che sempre hai avuto paura di fare (parlare in pubblico, uscire di sera, dimagrire, indossare un certo colore ecc.) man mano imparerai qual ‘  è la radice delle tue paure e se all’inizio non ti sarà facile controllarle tutte almeno le saprai evitare.